La vergogna è un sentimento che fa sentire una sensazione più o meno prolungata e più o meno intensa di disagio emotivo che si sente quando si fa o si è fatto o si vorrebbe fare qualcosa per la quale si è stati fatti sentire in colpa. Esiste una vergogna sana, quella per la quale si capisce di aver fatto qualcosa di male a qualcuno e ci si sente giustamente in colpa. Ed esiste una vergogna tossica, quella che blocca nella sana espressione dei nostri bisogni e desideri in campo amoroso, lavorativo e relazionale.

Ma come si forma la vergogna? Qual’è il significato della vergogna?

Le emozioni si modellano prima di tutto nel contesto familiare. Dalla nascita fino all’adolescenza si vivono una moltitudine di esperienze emotive, situazioni, interazioni, dinamiche familiari e sociali che formano il nostro senso di ciò per cui c’è da vergognarsi e ciò che è accettato.

E anche se non è sempre facile comprenderlo, la vergogna che proviamo in famiglia ce la portiamo dentro per il resto della nostra vita se non facciamo qualcosa per curare le nostre emozioni.

Tipi di vergogna
Vergogna sana: quella per la quale veniamo puniti e fatti sentire in colpa nel modo giusto (ossia senza che vengano sfogate altre frustrazioni su di noi) per un giusto motivo e una giusta causa.

Vergogna tossica: Si forma quando qualcuno scarica le responsabilità sue o di qualcun altro su di noi e quando ci sono tabu sulla sessualità e sul denaro soprattutto. Essa causa forti sentimenti di inadeguatezza e può letteralmente bloccare nelle relazioni, in amore e nel lavoro.

Come si forma la vergogna
I primi e più intensi sentimenti di vergogna vengono sperimentati in famiglia. Se i genitori sono stati educati in un ambiente vergognoso anche noi formeremo forti sensi di vergogna in quanto i figli modellano prima di tutto i genitori nella formazione delle emozioni e della personalità.

Se in famiglia e nella società ci sono tabu sulla sessualità ad esempio, allora formeremo sensi di vergogna nei rapporti amorosi. Se la società condanna implicitamente la sessualità e il denaro allora proveremo vergogna, timore e paura sia nei rapporti amorosi che nella ricerca di una sana indipendenza economica.

Se si viene inconsciamente colpevolizzati per qualcosa della quale non si è responsabili, allora si potrà provare vergogna anche quando subiamo degli abusi emotivi e/o fisici. Questi meccanismi sono molto sottili e riguardano il non detto.

Ad esempio potrebbero esserci sentimenti in un padre come “Tu sei venuto al mondo e adesso mia moglie mi da molte meno attenzioni“. Oppure: “Adesso per colpa tua devo sacrificarmi di più nel lavoro” oppure “adesso per colpa tua devo rinunciare alla carriera” oppure l’invidia da parte di un fratello o sorella “Adesso che sei arrivato/a la mamma non mi da più le attenzioni di prima

Oppure ancora un genitore può inconsciamente esprimere la rabbia repressa che ha verso sua madre o suo padre nei confronti del figlio/a. E lo stesso genitore può essere stato/a vittima dello stesso meccanismo disfunzionale nella sua famiglia.

E’ un circolo vizioso che ha bisogno di essere fermato per poter vivere una vita serena e libera dalla vergogna tossica e dai sensi di colpa.

Cosa fare allora?
I consigli generali di sviluppo personale che vengono dati possono essere utili ma non risolvono in profondità il problema e quindi non ne fornirò in questo articolo.

Meditare fa bene ma non fa superare la vergogna. Fare esercizio fisico fa bene ma non fa superare la vergogna. Una persona può poi impegnarsi a pensare positivo ma se ci sono emozioni negative interiorizzate questo servirà a poco.

E’ necessario agire sulle emozioni in modo più approfondito, capire dove si è formata la vergogna ed esprimere e sbloccare quelle emozioni che sono state represse e che condizionano ogni giorno negativamente il benessere emotivo e quindi le relazioni personali e il lavoro.

Per aumentare la sicurezza in te stesso/a, essere più felice, guadagnare di più, avere relazioni più appaganti e poter realizzare veramente quello che desideri nella vita,  inizia a scoprire il Nuovo Metodo Rivoluzionario di Auto Aiuto “Felicità Pro”, clicca qui