Skip to main content

Come Perdonare un Tradimento: Cosa Dovresti Sapere

Fai la tua domanda privata allo Psicologo dr. Fabrizio Mardegan,
clicca su: Fai la tua Domanda allo Psicologo"

Giorgio e Antonella sono partner da 12 anni. Una sera Giorgio non torna a casa; lei sa che lui quella sera lui l’ha passata con un’amante. Quando poi lei gli disse che sapeva tutto, lui la pregò di dargli un’altra opportunità ma l’orgoglio e la rabbia di lei la trattenevano dal perdonarlo.

Antonella disse che sarebbe stata pazza a perdonarlo anche se lo amava ancora. Antonella non pose fine alla relazione ma ora gli ricorda tutti i giorni il torto che lui le ha fatto.

Antonella dovrebbe quindi perdonare il suo, altrimenti impeccabile, marito per quello che ha fatto? Certo, ma solo lei può prendere questa decisione.

La verità è che la maggior parte dei matrimoni non sopravvivono dopo un tradimento, ma alcuni invece vanno avanti e diventano ancora più forti con il passare del tempo.

Antonella e chiunque abbia difficoltà a perdonare qualsiasi errore del marito o della moglie (e non solo i tradimenti) possono essere aiutati a prendere la loro decisione prendendo in considerazione le seguenti idee sbagliate sul perdono:

IDEA SBAGLIATA NUMERO 1
Perdonare significa dimenticare il torto subito.

Niente può essere più lontano dalla realtà. Anche se perdoni, potresti non dimenticare mai (e forse non dovresti) quello che è successo.

In ogni caso, potrai dire di aver dimenticato veramente un tradimento solo quando lo potrai ricordare senza sentire la sofferenza emotiva ad esso connessa.

IDEA SBAGLIATA NUMERO 2
Perdonare significa dire che quello che ha fatto va bene.

E’ l’esatto contrario. Possiamo perdonare ma allo stesso tempo sapere che quello che è successo è stato ingiusto, sleale e/o inaccettabile.

Ci sono molte cose che il nostro partner può fare che non meritiamo o che violano gli accordi che ci sono tra di noi.

Nonostante ciò, possiamo perdonare capendo che forse può essere stato consigliato male o che si è fatto prendere dalle sue debolezze e riconoscere che merita comunque un’altra possibilità.

IDEA SBAGLIATA NUMERO 3
Per perdonare devi far sapere al tuo partner che l’hai perdonato.

In realtà, andare da qualcuno e dire “Ti perdono” può non portare dei buoni risultati, specialmente se questa persona considera se stesso come una vittima invece che come qualcuno che deve essere perdonato.


Abbondanza-Prosperita-Ricchezza


Il fatto è che il perdono avviene nel tuo cuore e non dicendo a qualcuno che lo perdoni.

Ci sono comunque delle eccezioni e delle circostanze nelle quali potresti voler discutere del tuo perdono con il tuo partner, ma fallo solo se pensi che questo non porterà degli ulteriori danni alla tua relazione.
.
Per esempio, il marito di Paola le chiese di perdonarlo a seguito delle perdite di gioco che portò la famiglia in cattive acque. Dopo un anno di riabilitazione dal vizio del gioco d’azzardo e una condotta “pulita”, Paola gli disse che ora l’aveva perdonato.

IDEA SBAGLIATA NUMERO 4
Se lo/la perdoni, significa che ti fiderai nuovamente di lui/lei immediatamente.

Il perdono e la fiducia sono due componenti molto distinte e anche dopo che c’è stato il perdono, potrebbe volerci molto tempo prima di ricostruire la fiducia.

Fidarsi invece subito nuovamente del partner dopo aver subito un torto non è un segnale di buona salute mentale e di forte autostima.

Fare questo infatti potrebbe inviare all’altra persona il messaggio che può continuare a tradire la tua fiducia senza aver più di tanta paura di dover realmente pagare le conseguenze.

La fiducia nella coppia dopo un torto deve invece essere riguadagnata attraverso i fatti e non con parole balbettanti e deboli promesse.

IDEA SBAGLIATA NUMERO 5
Dopo averlo perdonato, proverai automaticamente sentimenti positivi per il tuo partner.

Il contrario della rabbia non è l’amore. L’assenza di sentimenti di rabbia non crea necessariamente un clima di calore e sentimenti positivi ma bensì a volte essa crea semplicemente dei sentimenti neutri.

Certo, in molti casi è anche impossibile far rinascere i sentimenti d’amore, anche dopo il perdono.
Questa situazione è comune tra ex partner che hanno imparato a lasciar andare i sentimenti di rabbia connessi con i problemi legati al divorzio ma che non si amano più l’uno con l’altro.

IDEA SBAGLIATA NUMERO 6
Il perdono arriva tutto nello stesso momento.

Non necessariamente. Forse comincerai con il perdonare il 10%, magari “riaprendo le porte” per vedere come si comporta il tuo partner.

Poi, dopo un certo periodo, potresti aprire ancora un po’ di più le porte e lasciare andare un altro po’ di rabbia fino a quando non te la sentirai di perdonarlo al 100%.

Per migliorare la tua vita, chiarire i tuoi dubbi, e condividere i tuoi stati d'animo fai la tua domanda privata allo psicologo dr. Fabrizio Mardegan, clicca su: Fai la tua Domanda allo Psicologo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *