Skip to main content

I Segreti del Pensiero Positivo per la Tua Crescita Personale

Fai la tua domanda privata allo Psicologo dr. Fabrizio Mardegan,
clicca su: Fai la tua Domanda allo Psicologo"

Vuoi coltivare il pensiero positivo ma sei constantemente bombardato da pensieri negativi? Sei tormentato da sensazioni di insicurezza? Vedi tutto in un modo negativo e vuoi tornare a pensare positivo e fare qualcosa per la tua crescita personale?

Allora sappi che la ragione di questo risiede nel profondo del tuo cuore. Tu, infatti, sei quello che “mangi” ogni giorno materialmente e spiritualmente.

Se, ad esempio, una persona beve molte bevande alcoliche ogni giorno, è ovvio che il suo corpo ne risentirà in un modo o nell’altro. Questa persona potrebbe avere infatti problemi di fegato, sviluppare il cancro o incorrere in qualche altro tipo di problema di salute direttamente correlato alla quantità di alcol che ha consumato nei giorni, mesi ed anni.

Allo stesso modo, una persona che si nutre costantemente di pensieri negativi si trasformerà semplicemente in una persona negativa.

La verità è che nella società il problema è che i nostri pensieri ci hanno resi insicuri. Abbiamo infatti iniziato a farci controllare dai essi. MA ORA E’ TEMPO DI CAMBIARE!

E’ giunto infatti il momento di “mettersi a dieta”. Una dieta fatta di pensieri positivi. Per questo dovrai quindi smettere di nutrire la tua mente di pensieri negativi. Chiedi quindi costantemente a te stesso se il pensiero che hai è negativo o positivo.

Ma come si fa a capire che un pensiero è negativo? Beh, solitamente esso inizia con un “non posso” invece che con un “posso”, con un “no” invece che con un “si”, con un “è impossibile” invece che con un “posso farcela”.

Un altro ottimo modo per sapere quali sono i tuoi pensieri negativi è quello di chiedere alle persone che ti sono più vicine. Puoi ad esempio chiedere al tuo partner o ad un’altra persona nella tua vita che ti conosce veramente come valuterebbe la tua attitudine su una scala da 1 a 10 dove 10 significa essere molto positivo e 1 molto negativo.

Chiedi a questa persona di essere totalmente sincera con te in quanto beneficerai della sua schiettezza anche se essa dovesse causarti del dolore.

Chiedi poi a questa persona cos’è in particolare che essa percepisce come negativo. Scrivi quello che dice e guarda attentamente quelle parole. A questo punto dovrai essere onesto con te stesso. Quelle parole sono infatti un riflesso di quello che è dentro di te. Esse sono quello che sei.

Ma la buona notizia è che puoi cambiare. E’ facile come prendere la decisione di farlo. Per questo, devi decidere di rimpiazzare i pensieri di negatività con pensieri di positività. Decidi quindi quali parole rimpiazzeranno i pensieri negativi che hai riportato sul foglio.


Abbondanza-Prosperita-Ricchezza


E, una volta che avrai fatto questo, fai uno sforzo per inserire nuovi pensieri positivi nella tua mente. Inizierai così a notare che un cambiamento positivo comincerà a manifestarsi nella tua vita e anche la tua famiglia, i tuoi amici e i tuoi colleghi lo noteranno. E anche se potrebbero non capire cosa sia diverso in te, essi sapranno che non sei più la stessa persona di prima.

Ma quali sono le cose che stanno instillando pensieri negativi nella tua vita? Esse potrebbero essere con ottima probabilità alcune parti dei giornali e dei telegiornali e alcuni film che parlano costantemente di tragedie e che mostrano scene troppo crude o violente.

Queste cose dovrebbero quindi essere eliminate se vuoi che il tuo nuovo “regime di salute mentale” abbia successo.

Le notizie di cronaca nera e di tragedie ai telegiornali sono infatti molto negative e non aiuteranno chi sta cercando di eliminare questo tipo di pensieri dalla sua vita.

Infatti, quando si nutre visualmente se stessi con immagini di morte, di guerra, di sparatorie o di incidenti stradali, i risultati saranno altrettanto negativi.

Un altro pozzo che può nascondere insidie e molti pensieri negativi è ciò che riguarda la morte. A tale propositvo si può dire che c’è il giusto tempo per essere tristi per la morte di una persona casa.

Comunque, se una persona ripensa costantemente nella sua mente a questo evento negativo, questo può portare alla depressione. Quindi è importante tenere a mente che la persona che se ne è andata non ritornerà e che dobbiamo chiudere quel capitolo delle nostre vite e scrivere quello successivo.

Addolorarsi troppo perchè è morto qualcuno può essere inoltre la conseguenza di una dipendenza eccessiva nei confronti di quella persona.

E la dipendenza non è amore. L’amore si esprime invece celebrando quella persona e ricordando quanto fosse una bella persona (se è stata effettivamente una bella persona).

Quindi, ricorda che puoi farlo! Anche tu infatti puoi avere e avrai un’attitudine positiva se percorri i passi citati sopra. Non devi essere quello che sei stato nel passato. Puoi essere diverso nel futuro. La scelta è tua. So che prenderai la giusta decisione.

Per migliorare la tua vita, chiarire i tuoi dubbi, e condividere i tuoi stati d'animo fai la tua domanda privata allo psicologo dr. Fabrizio Mardegan, clicca su: Fai la tua Domanda allo Psicologo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *