Skip to main content

Pnl o Psicoanalisi: cosa è più utile per cambiare la tua vita?

Fai la tua domanda privata allo Psicologo dr. Fabrizio Mardegan,
clicca su: Fai la tua Domanda allo Psicologo"

Innanzitutto un pò di storia: la programmazione neurolinguistica (PNL) fu introdotta all’inizio degli anni Settanta dal linguista John Grinder e dallo studente di psicologia Richard Bandler ed essa si basa sul lavoro del più grande ipnotista di tutti i tempi: Milton Erickson.

Tuttavia, pur essendo laureato in psicologia, neanch’io ho ancora capito in modo univoco che cosa sia veramente e a mio parere le definizioni che ci sono in giro e che hanno dato gli stessi fondatori creano un pò di confusione.

Girando per la rete ho trovato infatti delle definizioni altamente fumose.

Ecco una delle più chiare che mi è capitato di leggere:

“La PNL (Programmazione Neuro Linguistica) è una neuroscienza che studia il rapporto tra cervello, comunicazione e comportamento. Riguarda lo studio della struttura dell’esperienza soggettiva.”

Tutto chiaro no? direi proprio di no

Scomponiamo allora le parole e vediamo il significato di ognuna:

PROGRAMMAZIONE: si riferisce al processo di organizzazione delle informazioni per il conseguimento di risultati specifici;
NEURO: attiene a tutto ciò che riguarda i nostri processi neurologici, come l’uso dei cinque sensi per il reperimento delle informazioni sul mondo circostante;
LINGUISTICA: riguarda la comunicazione verbale e non verbale;

Va meglio? si ma…


Abbondanza-Prosperita-Ricchezza


Alla fine, per quello che è possibile capire, la PNL è un insieme di tecniche che si propongono di aiutare le persone a raggiungere i risultati che desiderano nella loro vita.

Per fare questo ci sono tutta una serie di esercizi per migliorare soprattutto la comunicazione che viene scomposta nei tre canali verbale, non verbale e cinestesico (tono della voce).

Inoltre, essa prende fortemente spunto da Milton Erickson, e quindi utilizza principi di autoipnosi perchè la gente si “programmi” per quello che desidera raggiungere.

In sostanza le tecniche, a mio parere, sono molto valide e, la cosa più importante, i risultati ci sono. Come lo posso sostenere? Molti di quelli che ritengono i migliori formatori o coach al mondo (vi consiglio Roberto Re) utilizzano i principi della PNL per se stessi e nel loro lavoro.

Quello che manca invece alla PNL, a mio parere, per diventare la migliore metodologia in assoluto, è un substrato concettuale sulla vita e sul significato.

Mi spiego meglio: se Freud e altri hanno basato il loro lavoro sul capire il significato dei moti umani, trascurando i risultati, la PNL si è concentrata totalmente sui risultati, tralasciando il significato e il fatto che raggiungere questi risultati sia o meno positivo e fonte di sviluppo.

Per concludere quindi si può dire che Freud si preoccupava eccessivamente del “PERCHE?” e la Pnl del “COME?” mentre la fonte di miglioramento personale veramente risolutiva e totalmente efficace dovrebbe, a mio modo di vedere, comprendere entrambe le cose.

Quindi alla fine va bene prendere un pò da una e un pò dall’altra ed evitare di focalizzarsi su una sola, in quanto questo produce, come ho visto avvenire per la PNL per certi psicoanalisti, una forma di fanatismo e delle persone convinte di avere capito tutto della vita e di poter rendere fantastica quella degli altri quando in realtà non sono ancora riusciti a rendere tale la loro.

Per migliorare la tua vita, chiarire i tuoi dubbi, e condividere i tuoi stati d'animo fai la tua domanda privata allo psicologo dr. Fabrizio Mardegan, clicca su: Fai la tua Domanda allo Psicologo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *